facebook twitter youtube rss

MUSICA

SCUOLA DI MUSICA
CONCERTO BANDISTICO

FORMAZIONE PROFESSIONALE

ADDETTO ALLA SEGRETERIA
in partenza
SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE
in partenza
ITALIANO PER STRANIERI
in partenza
ASSISTENTE ALLA POLTRONA DI STUDIO ODONTOIATRICO
in partenza
PREPARAZIONE CONCORSI MILITARI
in partenza
INFORMATICA - EIPASS
iniziato il 19/09/2017
LINGUA INGLESE
in partenza
LINGUA TEDESCA
in partenza
OPERATORE PER LE ATTIVITA' DI ASSISTENZA FAMILIARE
in partenza
RESPONSABILE GESTIONE ATTIVITA' AGRITURISTICA
in partenza
ANIMATORE DEL TEMPO LIBERO
in partenza
AGENTE DI AFFARI IN MEDIAZIONE
iniziato il 05/10/2017
ASSISTENTE FAMILIARE INFANZIA
in partenza
RESPONSABILE MARKETING E VENDITE E-BUSINESS
in partenza
TECNICO GESTIONE RIFIUTI
in partenza
TECNICO ASSISTENZA ALL'INFANZIA
in partenza
TECNICO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA' DEL PERSONALE
in partenza
RESPONSABILE TECNICO TINTOLAVANDERA
in partenza
AMMINISTRATORE CONDOMINIALE
in partenza
PANIFICATORE / PASTICCERE
in partenza
AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO
in partenza
RESPONSABILE GESTIONE RIFIUTI
in partenza
TECNICO MECCATRONICO DELLE AUTORIPARAZIONI
in partenza
TECNICO DELLA MEDIAZIONE INTERCULTURALE
in partenza
GARANZIA GIOVANI - MISURA 2A
in partenza
CARROZZIERE
in partenza
RIPARATORE VEICOLI
in partenza
REVISORE VEICOLI
in partenza
LINGUA SPAGNOLA
in partenza
ADDETTO AI SERVIZI DI CONTROLLO (EX BUTTAFUORI)
in partenza
SICUREZZA LUOGHI LAVORO

SOCIALITÀ

SERVIZIO CIVILE
SPAZIO APERTO - LIBERA IL BENE
ZIA SCUOLA E LABORATORI STUDIAMO
SPORT - CALCIO E PALLAVOLO
CENTRO D'ASCOLTO

MODULISTICA

ARCHIVIO

Formazione per l'apprendistato



274_immagine_10.png

FORMAZIONE PER L'APPRENDISTATO

L’apprendistato è il principale canale di ingresso nel mondo del lavoro per i giovani. Rappresenta una opportunità per le imprese che possono far crescere nuove risorse al loro interno e per gli apprendisti che possono formarsi ad un mestiere sul campo. Santa Cecilia predispone: piani formativi individuali; formazione in azienda e in aula; formazione specialistica e professionalizzante; certificazione delle competenze acquisite.

 

Cos’è l’apprendistato?

L’apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato, finalizzato alla formazione ed occupazione dei giovani (art. 41, c.1. D.Lgs. 81/2015).

Il Jobs Act ha riformato in parte la disciplina dell’apprendistato, che si articola in:

  1. Apprendistato per l’istruzione secondaria (art. 43, c. 2, 3 e 5, D.Lgs. 81/2015).

Si rivolge ai giovani dai 15 anni compiuti fino al compimento dei 25 anni e può essere così strutturato:

  • in modo da consentire il conseguimento di un titolo riconosciuto nell’ordinamento scolastico (qualifica, diploma professionale, diploma di istruzione secondaria superiore); la durata massima è di 3 anni prorogabile di un ulteriore anno per il conseguimento di diplomi regionali quadriennali.
  • In modo da consentire l’acquisizione, oltre che del diploma di istruzione secondaria superiore, di ulteriori competenze tecnico professionali, utili anche ai fini del conseguimento del certificato di specializzazione tecnica superiore; la durata massima non può superare i 4 anni.
  1. Apprendistato professionalizzante (art. 44, c. 2 D.Lgs. 81/2015)

Si rivolge ai giovani dai 18 anni (17 anni se in possesso di una qualifica professionale) a 29 anni compresi; la durata è stabilita dai CCNL in ragione del tipo di qualificazione professionale da conseguire, ma non può essere superiore a 3 anni, salvo che per particolari profili professionali caratterizzanti la figura dell’artigiano (la cui durata massima può essere elevata a 5 anni).

  1. Apprendistato di alta formazione e di ricerca (art. 45, c.1. D.Lgs. 81/2015)

Si rivolge ai giovani da 18 a 29 anni compresi ed è finalizzato al conseguimento di titoli di studio universitari, compresi dottorati di ricerca, nonché all’attività di ricerca ed allo svolgimento di praticantato per l’accesso alle professioni ordinistiche; la durata è definita dalle Regioni in accordo con parti sociali, università ed altre istituzioni formative.

 

Quali sono i vantaggi per l’impresa?

Lo Stato guarda con favore all’apprendistato quale importante strumento per favorire l’occupazione giovanile.

Qualsiasi forma di contratto di apprendistato gode di agevolazioni contributive (aliquota ridotta al 10%) che vengono mantenute, in caso di trasformazione in contratto a tempo indeterminato al termine del periodo di apprendistato, per un anno.

Per i contratti di apprendistato per la qualifica, il diploma o la specializzazione tecnica superiore, stipulati tra il 24 settembre 2015 e il 31 dicembre 2016, i datori di lavoro godono di un'aliquota contributiva ulteriormente ridotta (5%) e dell'esenzione dai contributi di finanziamento dell'ASpI e da quello per il licenziamento.

Inoltre per i contratti di apprendistato stipulati tra il 1° gennaio 2012 e il 31 dicembre 2016, ai datori di lavoro che occupano alle proprie dipendenze un numero di addetti pari o inferiore a nove è concesso uno sgravio contributivo del 100% nei primi tre anni di contratto.

A questi vantaggi previsti dalla legge, si possono aggiungere ulteriori incentivi di natura economica, previsti da bandi specifici.

 

Quali sono i vantaggi per il giovane lavoratore?

I giovani assunti attraverso un contratto di apprendistato hanno l’occasione di imparare “sul campo” un mestiere: grazie all’affiancamento di imprenditori e/o lavoratori qualificati hanno la possibilità di acquisire competenze ed abilità proprie di uno specifico profilo professionale. Inoltre la formazione sul campo è completata da un percorso didattico trasversale e professionalizzante che permette ai giovani apprendisti di avere una maggiore consapevolezza del lavoro in azienda.

 

Cosa fa Santa Cecilia per aiutare imprese e apprendisti?

I servizi che offriamo per la formazione obbligatoria nell’apprendistato sono:

  • analisi dei fabbisogni formativi dell’impresa e del lavoratore;
  • consulenza e supporto nella progettazione della formazione;
  • consulenza e supporto nell’istruzione delle pratiche per la richiesta di finanziamenti a bando;
  • gestione, organizzazione e monitoraggio delle attività formative degli apprendisti;
  • aggiornamento e riprogettazione annuale del percorso formativo;
  • interventi formativi rivolti al tutor aziendale in ottemperanza alla vigente normativa.

Nello specifico:

La normativa prevede che per ogni apprendista venga redatto il Piano Formativo Individuale che contiene la programmazione del percorso formativo dell’apprendista ed è funzionale alle sue specifiche esigenze formative.

Santa Cecilia offre alle imprese la consulenza necessaria per progettare d’intesa con il tutor aziendale un piano formativo personalizzato in base al profilo di riferimento, alle competenze e al titolo di studio del lavoratore e alle caratteristiche dell’impresa. Inoltre accompagna l’apprendista, supportando l’azienda con il monitoraggio della formazione realizzata, nel rispetto del piano formativo.
Il piano si compone della formazione in azienda e della formazione esterna.
In particolare, la formazione esterna ha  una durata variabile in funzione dei titoli e competenze possedute dall’apprendista e del CCCL di riferimento e riguarda sia discipline di base e trasversali che discipline professionalizzanti.
Santa Cecilia eroga la formazione avvalendosi di esperti ed individua eventuali finanziamenti pubblici di cui possono beneficiare imprese e/o apprendisti. Inoltre, dedica una specifica formazione ai TUTOR AZIENDALI , pianificando con loro la formazione interna ed esterna e concordando le modalità di valutazione dell’apprendimento.
Santa Cecilia  intende puntare a preparare in maniera adeguata i giovani alle necessità dell’impresa, lavorando per coniugare meglio impresa e formazione.

 

Per maggiori informazioni in merito alla formazione nell’apprendistato rivolgersi a:

Associazione Santa Cecilia Onlus
tel 0833/512645
info@entesantacecilia.it


allegati:

galleria: