facebook twitter youtube instagram ente santa cecilia

MUSICA

SCUOLA DI MUSICA
CONCERTO BANDISTICO

FORMAZIONE PROFESSIONALE

ADDETTO ALLA SEGRETERIA
in partenza
SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE
in partenza
ITALIANO PER STRANIERI
in partenza
YES I START UP
iniziato il 14/03/2022
PREPARAZIONE CONCORSI MILITARI
in partenza
INFORMATICA - EIPASS
iniziato il 27/09/2022
LINGUA INGLESE
iniziato il 30/11/2022
LINGUA TEDESCA
in partenza
OPERATORE PER LE ATTIVITA' DI ASSISTENZA FAMILIARE
in partenza
CORSI JUNIOR INFORMATICA E INGLESE
in partenza
RESPONSABILE GESTIONE ATTIVITA' AGRITURISTICA
in partenza
ANIMATORE DEL TEMPO LIBERO
in partenza
AGENTE DI AFFARI IN MEDIAZIONE
in partenza
RESPONSABILE MARKETING E VENDITE E-BUSINESS
in partenza
TECNICO GESTIONE RIFIUTI
in partenza
TECNICO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA' DEL PERSONALE
in partenza
DATA PROTECTION OFFICER
in partenza
RESPONSABILE TECNICO TINTOLAVANDERIA
in partenza
AMMINISTRATORE CONDOMINIALE
in partenza
PANIFICATORE / PASTICCERE
in partenza
AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO
in partenza
OPERATORE DELLA PRODUZIONE DELLA PIZZA (PIZZAIOLO)
in partenza
GOMMISTA
in partenza
TECNICO MECCATRONICO DELLE AUTORIPARAZIONI
iniziato il 07/12/2022
TECNICO DELLA MEDIAZIONE INTERCULTURALE
in partenza
APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE
iniziato il 07/11/2022
CARROZZIERE
in partenza
RIPARATORE VEICOLI
in partenza
LINGUA SPAGNOLA
in partenza
ESPERTO AVVIO E GESTIONE B&B
iniziato il 04/01/2023
NECROFORO
in partenza
CORSO SULLA PRIVACY
in partenza
POTATURA E INNESTO DELL'OLIVO
in partenza
OPERATORE IDRO-TERMO-GAS
in partenza
TECNICO PER LA CURA E ASSISTENZA ALL' INFANZIA
in partenza
MANUTENTORE DEL VERDE
in partenza
GARANZIA GIOVANI II FASE
iniziato il 14/11/2022
ASSISTENTE DI STUDIO ODONTOIATRICO - A.S.O.
in partenza
ADDETTO PORTE TAGLIAFUOCO
in partenza
BIM - (BUILDING INFORMATION MODELLING)
in partenza
TECNICO IMPIANTI FER
in partenza
CERTIFICATORE ENERGETICO EDIFICI
in partenza
STEWARD
in partenza
GESTORE CENTRO SCOMMESSE
in partenza
OPERATORE AGRITURISTICO
in partenza
OBBLIGO FORMATIVO - OPER. TRASFORMAZIONE AGROALIMENTARE
iniziato il 17/10/2022
DIRETTORE TECNICO DI AGENZIA VIAGGI
in partenza
GOL (GARANZIA OCCUPABILITà LAVORATORI)
in partenza
IMPRENDITORE AGRICOLO PROFESSIONALE (IAP)
in partenza
INSTALLATORE SISTEMI ISOLAMENTO TERMICO A CAPPOTTO
in partenza
TIROCINI EXTRACURRICULARI
iniziato il 27/11/2022
ISPETTORE REVISIONE VEICOLI MOTORE
in partenza
OPERATORE SOCIO SANITARIO
in partenza
ADDETTO AI SERVIZI DI CONTROLLO (EX BUTTAFUORI)
in partenza
SICUREZZA LUOGHI LAVORO
in partenza
SPORTELLO AZIENDE
in partenza

SOCIALITÀ

SERVIZIO CIVILE
SPAZIO APERTO - LIBERA IL BENE
ZIA SCUOLA

MODULISTICA

ARCHIVIO

Protocollo Covid-19



Protocollo di sicurezza per l’esercizio delle attività di
formazione professionale

 

1. Premessa.

Le misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro e nella collettività si conformano alle seguenti fonti normative:

  • D.L. 25 marzo 2020 n. 19 “Misure urgenti per fronteggiare emergenza epidemiologica da COVID-19”;
  • “Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro” sottoscritto il 14 marzo 2020 e integrato e modificato il 24 aprile 2020 (ora, Allegato 12 al D.P.C.M. 17 maggio 2020);
  • D.P.C.M. 17 maggio 2020;
  • “Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione” Verbale n. 49 approvato dal Comitato Tecnico Scientifico istituito presso il Dipartimento della Protezione Civile, approvato in data 9 aprile 2020;
  • Circolare del Ministero della Salute, n. 0014915-29/04/2020-DGPRE-DGPRE-P del 29 aprile 2020.
  • Linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive del 12/06/2020 – Regione Puglia (Ordinanza n. 259 del Presidente della Giunta Regionale).
  • D.P.C.M. 13 Ottobre 2020;

Le misure di contenimento e di sicurezza anticontagio sanciti dal D.L. n. 19 del 25 marzo 2020 e dall’Allegato 17 al D.P.C.M. 17 maggio 2020, rappresentano un obbligo per i datori di lavoro delle attività produttive e professionali (inclusi lavoratori autonomi) al fine di garantire il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro.

Tali misure si applicano in aggiunta a quelle già vigenti in materia di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori (in primis, il D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i.) e alle procedure/requisiti igienico-sanitari richiesti dalle specifiche normative di settore. È, quindi, necessario che l’adozione delle misure di contenimento contro la diffusione del virus COVID-19 segua un approccio integrato, a garanzia della massima tutela sia dal rischio di contagio da nuovo coronavirus (utenti e lavoratori) sia dai rischi professionali (lavoratori).

Le presenti indicazioni si applicano alle attività di formazione professionale da realizzare nei diversi contesti (aula, laboratori e imprese) compresi gli esami finali (teorici e/o pratici), le attività di verifica, di accompagnamento, tutoraggio e orientamento in gruppo e individuali tra i quali, a mero titolo esemplificativo e non esaustivo:

  • percorsi di istruzione e formazione professionale anche in modalità duale, finalizzati al conseguimento di qualifica e diploma professionale, sia presso le Scuole della formazione professionale che presso gli Istituti Professionali Statali in regime di sussidiarietà;
  • percorsi di formazione superiore nell'ambito del sistema educativo regionale (ITS, Ifts ecc.);
  • percorsi di formazione e attività di orientamento per gli inserimenti e il reinserimento lavorativo degli adulti;
  • percorsi di educazione degli adulti e formazione permanente;
  • percorsi di formazione regolamentata erogati nell'ambito del sistema educativo regionale;
  • percorsi di formazione continua erogati nell'ambito del sistema educativo regionale;
  • percorsi formativi in materia di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/2008.
  • percorsi di formazione linguistica e musicale.

Si precisa che per sistema educativo regionale si intende l’insieme delle attività nelle quali si articola l’offerta formativa regionale, i cui progetti sono stati approvati con atto dirigenziale, ovvero rientranti nella titolarità regionale.

 

2. Misure organizzative di carattere generale.

Sussiste l’obbligo di rispettare le seguenti misure organizzative di carattere generale:

  1. Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione adottate dalla singola organizzazione, comprensibile anche per gli utenti di altra nazionalità.
  2. Al momento dell’accesso alla struttura sarà rilevata la temperatura corporea: in caso di temperatura > 37,5 °C l’utente sarà spostato in un’area esterna al fine di consentire una successiva misurazione dopo 5 minuti; qualora l’ulteriore misurazione confermasse il superamento dei 37,5 °C, l’utente non potrà accedere alla struttura.
  3. Nel caso di soggetti minori, il rispetto delle norme di distanziamento e il mantenimento della distanza interpersonale sono obiettivi che possono essere applicati solo compatibilmente con il grado di autonomia e di consapevolezza e in considerazione dell’età degli stessi. Qualora venisse rilevata una temperatura maggiore di 37,5 °C a minori non accompagnati da genitori, il minore sarà accompagnato da un tutor, appositamente individuato dall’Ente, in una stanza di “isolamento”, nell’attesa che venga prelevato dal genitore per effettuare i controlli medici indicati dal medico di famiglia.
  4. Ai fini della prevenzione del contagio dopo assenza per malattia superiore a 3 giorni la riammissione sarà consentita previa presentazione della idonea certificazione del Pediatra/medico di medicina generale attestante l'assenza di malattie infettive o diffusive e l'idoneità al reinserimento nella comunità scolastica. L’ingresso del personale e degli studenti già risultati positivi all’infezione da COVID-19 deve essere preceduto da una preventiva comunicazione avente ad oggetto la certificazione medica da cui risulti la “avvenuta negativizzazione” del tampone secondo le modalità previste e rilasciata dal dipartimento di prevenzione territoriale di competenza.
  5. Rendere disponibile prodotti igienizzanti per l’igiene delle mani per utenti e personale anche in più punti degli spazi dedicati all’attività, in particolare all’entrata e in prossimità dei servizi igienici, e promuoverne l’utilizzo frequente.
  6. Mantenere l’elenco dei soggetti che hanno partecipato alle attività per un periodo di 14 giorni, al fine di consentire alle strutture sanitarie competenti di individuare eventuali contatti.
  7. Privilegiare, laddove possibile, l’organizzazione delle attività in gruppi il più possibile omogenei (es. utenti frequentanti il medesimo intervento; utenti della stessa azienda) e solo in subordine organizzare attività per gruppo promiscui. A questo proposito saranno previste entrate ed uscite scaglionate per singolo corso, così come momenti di intervallo differenziati.
  8. Laddove possibile, con particolare riferimento alle esercitazioni pratiche, privilegiare l’utilizzo degli spazi esterni.
  9. Gli spazi destinati all’attività devono essere organizzati in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti; tale distanza può essere ridotta solo ricorrendo a barriere fisiche adeguate a prevenire il contagio tramite droplet.
  10. Tutti gli utenti (docenti, discenti, tutor d’aula ecc.), considerata la condivisione prolungata del medesimo ambiente, dovranno indossare la mascherina a protezione delle vie respiratorie per tutta la durata delle attività e procedere ad una frequente igiene delle mani con prodotti igienizzanti. Nel caso dei docenti, la postazione deve essere situata ad almeno 2 metri dalla prima fila dei discenti; per gli stessi, è possibile fare ricorso ad una visiera trasparente. Resta inteso che nelle attività pratiche dovranno essere utilizzati, se previsti, gli ordinari dispositivi di protezione individuale associati ai rischi della singola attività.
  11. L’uso dei distributori automatici di bevande e snack è consentito agli utenti uno per volta e solo per il tempo necessario a prelevare la bevanda; non è consentito sostare presso la macchina del caffè durante la consumazione delle bevande e/o altri prodotti. Si provvederà alla frequente igienizzazione della tastiera dei distributori automatici bevande e snack.
  12. Eventuali strumenti e attrezzature dovranno essere puliti e disinfettati ad ogni cambio di utente; in ogni caso andrà garantita una adeguata disinfezione ad ogni fine giornata. Qualora la specifica attività o attrezzatura preveda l’utilizzo frequente e condiviso da parte di più soggetti (a titolo esemplificativo nel caso di cucine industriali e relative attrezzature specifiche), sarà necessario procedere alla pulizia e disinfezione frequente delle mani o dei guanti.
  13. Favorire il ricambio d’aria negli ambienti interni. In ragione dell’affollamento e del tempo di permanenza degli occupanti, dovrà essere verificata l’efficacia degli impianti al fine di garantire l’adeguatezza delle portate di aria esterna secondo le normative vigenti. In ogni caso, l’affollamento deve essere correlato alle portate effettive di aria esterna. Per gli impianti di condizionamento, è obbligatorio, se tecnicamente possibile, escludere totalmente la funzione di ricircolo dell’aria. In ogni caso vanno rafforzate ulteriormente le misure per il ricambio d’aria naturale e/o attraverso l’impianto, e va garantita la pulizia, ad impianto fermo, dei filtri dell’aria di ricircolo per mantenere i livelli di filtrazione/rimozione adeguati. Nei servizi igienici va mantenuto in funzione continuata l’estrattore d’aria.
  14. Per gli allievi in stage presso terzi, si applicano le disposizioni/protocolli della struttura/azienda ospitante. In presenza di più stagisti presso la medesima struttura/azienda e in attuazione di detti protocolli potrà essere necessario articolare le attività di stage secondo turni da concordare con l’allievo, il responsabile dell’azienda/struttura ospitante e/o tutor aziendale.
  15. Ciascun lavoratore dovrà ricevere formazione/addestramento necessario per il corretto uso dei DPI e, pertanto, dovrà utilizzarli conformemente alle informazioni ricevute. Ciascun lavoratore dovrà custodire i propri DPI senza apportare modifiche agli stessi e dovrà segnalare immediatamente al datore di lavoro qualsiasi difetto o inconveniente.

 

3. Informazione e comunicazione.

In virtù dell’importanza della responsabilizzazione individuale da parte dei partecipanti alle attività corsistiche nell’adozione di comportamenti rispettosi delle misure di sicurezza e prevenzione deve essere assicurata l’adozione da parte degli organizzatori di tutti i possibili strumenti di informazione e comunicazione rivolte alla clientela sulle regole di accesso e comportamento.

In particolare, il responsabile dell’attività corsistica, mediante le modalità più idonee ed efficaci, i partecipanti al corso circa le disposizioni vigenti, consegnando e/o affiggendo all’ingresso e nei luoghi maggiormente visibili dei locali aziendali, appositi dépliant informativi.

Nello specifico, tali informazioni riguardano:

  1. l’obbligo di rimanere al proprio domicilio in presenza di febbre (oltre 37.5°) o altri sintomi influenzali e in quel caso di chiamare il proprio Pediatra o Medico di base;
  2. l’obbligo di rimanere al proprio domicilio se si è stati a contatto con persone positive al virus nei 14 giorni precedenti;
  3. la consapevolezza e l’accettazione del fatto di non poter permanere e di doverlo dichiarare tempestivamente laddove, anche successivamente all’ingresso, sussistano le condizioni di pericolo (sintomi di influenza, insorgenza di febbre, etc.);
  4. la consapevolezza e l’accettazione del fatto di non poter permanere qualora si stia soggiornando (usufruendo della stessa unità abitativa, etc.) con un soggetto che si trovi in condizioni di sospetto COVID-19;
  5. l’impegno a rispettare tutte le disposizioni igieniche e quelle relative alle misure di distanziamento di coretto comportamento.
  6. Si raccomanda l’affissione di cartelli in posizione ben visibile indicanti i punti salienti (distanziamento interpersonale, lavaggio delle mani, igiene respiratoria, altri comportamenti da tenere all'interno dello stabilimento e nei vari ambienti).

 

4. L’accesso alla struttura ed agli uffici

All’ingresso della sede dove si svolge il corso deve essere installata apposita cartellonistica che ricorda agli utenti le misure comportamentali (obbligo di mantenere le distanze di almeno un metro, di evitare assembramenti etc.). La comunicazione deve essere esposta in maniera ben visibile ed il prospetto dovrà contenere le prescrizioni di legge.

All’ingresso della sede del corso sono messi a disposizione gel per l’igienizzazione delle mani.

Negli uffici si devono garantire le misure di distanziamento interpersonale di almeno un metro ed in ogni  caso si potrà accedere solo indossando la mascherina.

Durante la compilazione di modulistica e scambio di documenti in genere, si devono porre in essere particolari misure di tutela come schermi in plexiglas, igienizzazione frequente delle superfici che dovranno essere messi a disposizione del personale.

Inoltre si deve garantire la pulizia a fine turno e disinfezione di piani di lavoro, tastiere, schermi touch, mouse, calcolatrici, telefoni con adeguati detergenti a base alcolica.

Si raccomanda, altresì, una particolare attenzione all’atto del pagamento. Se il pagamento viene effettuato in contante o POS portatile, l’operatore deve provvedere alla disinfezione delle mani e del POS al termine dell’operazione.
 

5. Misure organizzative di carattere specifico per lo svolgimento dei corsi di musica.

Fermo restando quanto stabilito dai precedenti paragrafi 2) e 3) del presente documento, le esercitazioni pratiche per i corsi di musica che richiedono utilizzo di strumenti a fiato, percussioni ed a tastiera sono consentiti solo in ambienti esterni e rispettando la distanza minima di 1,5 metri. È consentito l’utilizzo di strumenti esclusivamente ad uso personale e nel caso di utilizzo di strumenti a percussione è necessario indossare i guanti monouso e gli strumenti devono essere puliti e disinfettati nelle parti che entrano in contatto con l’alunno, prima che vengano utilizzati da un altro alunno.

L’insegnante ed il corsista devono dedicare particolare attenzione alla fase dello smontaggio e al riposizionamento dello strumento nella custodia, affinché vi sia adeguata disinfezione delle mani e di ogni superficie con cui lo strumento e le mani stesse siano entrate in contatto.

Nei locali interni sono ammesse solo lezioni teoriche, che verranno preferite a quelle pratiche in particolare nel periodo invernale.
 

6. Misure specifiche per l’uso dei servizi igienici.

I servizi igienici sono punti di particolare criticità nella prevenzione del rischio di contagio da COVID-19. Sarà posta particolare attenzione alle misure di pulizia e disinfezione quotidiane e ripetute dei locali e di tutte le superfici che possono essere toccate (compresa la rubinetteria), e, dall’altro, evitare assembramenti all’interno dei servizi. L’accesso ai servizi igienici di norma è contingentato prevedendo che il docente faccia uscire dalla classe un alunno per volta.

E’ preferibile limitare l’uso dei servizi igienici durante la ricreazione (per evitare assembramenti); ne sarà consentito l’uso durante tutto l’arco della giornata. Sarà demandata ai tutor la vigilanza nelle aree comuni.
 

7. Misure specifiche per l’attività outdoor (esercitazioni).

In ogni caso, sussiste l’obbligo di assicurare il distanziamento interpersonale di almeno un metro, al fine di ridurre al minimo il rischio di contagio tra gli istruttori e i corsisti, durante le esercitazioni pratiche.

Durante lo svolgimento delle esercitazioni pratiche, i corsisti in attesa del proprio turno devono stazionare in un luogo organizzato, rispettando il distanziamento interpersonale di almeno un metro ed evitando l’assembramento di persone.
 

8. Referente per l’emergenza COVID-19

E’ individuato come referente per l’emergenza COVID-19 la sig.ra Toma Erika, la quale coordina e sovraintende alle diverse attività indicate nel presente protocollo: misurazione della temperatura corporea, compilazione e tenuta dei registri per 14 giorni, isolamento dei casi sospetti, ecc.   

Casarano, 14/10/2020


allegati:

galleria:

calendario eventi


7/03/2023 Riparatore veicoli
7/03/2023 Lingua spagnola
7/03/2023 Privacy 4 ore

multimedia






youtubeCanale Youtube